Privacy Policy
Cookie Policy


Milano - Toronto, Anni Sessanta




Francesco a.k.a. Frank Del Giudice nasce ad Argusto (CZ) il 10 Marzo 1943.
E' un Bassista Compositore e Autore.

Inizia i suoi primi approcci con la musica all’ età di 10 anni studiando solfeggio e poi fisarmonica fino all’ età di 18 anni . A 16 emigra a Toronto in Canada dove si aggrega ad orchestrine che suonano nelle sale per matrimoni e battesimi ed anche serate in piccoli club come Fisarmonicista. Poco dopo, iniziando ad ascoltare il “Rock” trasmesso dalle radio di Toronto, i suoi gusti musicali iniziarono a cambiare. Ascoltando sempre di più la musica e le canzoni di quei fantastici anni ‘ 60 sulla scia dei Beatles e di tutti i gruppi nati in quei meravigliosi anni, capisce che il suo cuore batte per quel genere musicale. Fu così che abbandona la Fisarmonica e passa al Basso Elettrico.

Qualche mese dopo con il suo amico Syl De Simone batterista italo-canadese decidono di rispondere ad un annuncio fatto da un ragazzo inglese il chitarrista e cantante John Lovett che cercava un bassista, batterista e chitarrista solista per formare un gruppo Rock. A quell’ annuncio rispose anche Jim Morgan canadese, chitarrista solista. Fu così che dopo un paio di mesi di prove per 10 ore al giorno nacque il gruppo Rock “The Fiends“ con a seguito Ralph Sinopoli che dopo aver seguito le prove musicali e notando l’ energia e la grande voglia di fare dei ragazzi, si propose come Manager del gruppo. In quegli anni era vitale avere uno stile personale perché le cover andavano bene ma bisognava avere una caratteristica propria. Frank inizia così a scrivere canzoni su misura per il gruppo. Nel 1965 si iscrive alla Bmi Canada e deposita i suoi primi brani tra i quali anche I’ll Be Here e By My Side e usando lo pseudonimo " Frank Gally" più facile per tutti da pronunciare incidendo con i quali un 45 giri con la Dino Records di Toronto.
Seguono tante esibizioni nelle palestre delle Scuole e nei vari College di Toronto e dintorni, nei vari Club in particolare nella zona più frequentata da studenti e artisti di ogni genere, al “Village“ di Toronto. The Fiends erano fissi una settimana al mese al Jacques Place e avevano un loro seguito che si muovevano ovunque loro suonassero. Frank sentiva la crescita musicale e artistica giorno dopo giorno.

Dopo l’ esperienza con i Fiends durata circa 3 anni, forma un nuovo gruppo The Atoms assieme al chitarrista Jack William Graig Mowbray, con l’ inseparabile amico Syl De Simone e i fratelli italo-canadesi Ugo e Tony Celli.
Questa esperienza ebbe breve durata in quanto, su suggerimento di un cantante italiano abbastanza conosciuto all’ epoca, si trasferirono a suonare in Italia, a Roma. Insieme al batterista Syl e al chitarrista Jack avrebbero dovuto formare un trio che all’ epoca in Italia sarebbe stata una vera novità. Ma questa esperienza purtroppo non andò a buon fine. Questo cantante del quale Frank rifiuta di rivelare il nome, pare li abbia fatti venire in Italia senza mantenere le promesse e abbandonandoli quasi subito in una villa in Via Tiburtina nelle vicinanze dell’ allora RCA fino all’ esaurimento delle loro forze fisiche ed economiche. L’ unico ad interessarsi di loro è il Maestro Gianfranco Reverberi che dopo averli sentiti suonare “in villa“ e avendo provinato dei brani cantati e scritti da Frank, intuì che avrebbe potuto fare delle belle produzioni con il trio prodigandosi quindi a trovare delle serate sul litorale laziale per farli esibire e fornendogli anche, in quelle occasioni, il suo supporto come fonico audio. Purtroppo l’ idea del Maestro Reverberi di lanciare il trio non andò a buon fine perché ostacolati ancora una volta da quel cantante che li aveva fatti venire in Italia.
Dopo tre o quattro mesi di inattività e delusioni Jack e Syl decidono a malincuore di tornarsene a Toronto.

Frank invece rimane in Italia trasferendosi da Roma a Milano. Appena a Milano trova lavoro con il cantante Remo Germani molto noto all’ epoca, girando quasi tutta l’ Italia per serate in locali e feste di piazza. Successivamente iniziano le tournee in Romania e Bulgaria, un mese a Khartoum per l’ Ambasciata Italiana in occasione delle festività Natalizie, tour negli Stati Uniti tra New York , New Jersey , Chicago, Milwaukee e Boston. Finita questa esperienza Frank si ritrova con gli stessi musicisti di Remo e formano un loro gruppo The Bossman nome nato e usato anche per un breve periodo con il trio composto da Frank, Syl e Jack, suonando nelle sale da ballo in tutta la Lombardia e Svizzera fino all’ estate del 1971. Fu proprio quell’ estate che Frank decide che bisognava cambiare “musica“.

Così dopo un breve periodo di riflessione trova sulla sua strada dei ragazzi pieni di entusiasmo. Nascono così "I Fili d’ Erba" composti da Paolo Moderato alle tastiere, Lino Liguori alla chitarra, e Jean Pierre Olivas alla batteria. Frank dopo aver trascorso tanti anni suonando tutti i generi musicali desiderava far conoscere i brani scritti da lui e aspettava una buona occasione per proporli. L'occasione si presenta con il suo nuovo gruppo "I Fili d’ Erba" che dopo qualche mese di prove e serate di affiatamento nei vari locali arrivano finalmente anche alla Warner Chappell dove si propongono per un provino con Thats’ My Life e I Want you back. La Warner Chappell soddisfatta del sound e della voglia di musica dei Fili gli propone subito di lavorare alla realizzazione di un LP. In meno di un mese, tra scrivere canzoni e prove, realizzano questo LP che gli dà entusiasmo e voglia di fare. Questo bel periodo è supportato anche dell’ arrivo nel gruppo del chitarrista di grande talento e ottimo amico Ermanno Previdi.
Questa indimenticabile esperienza dura per circa tre anni.

Frank dopo una breve pausa viene chiamato da Dori Ghezzi, conosciuta durante la tournee con Remo Germani a New York, per formare un gruppo di supporto alle serate. In quella piccola parentesi di lavoro con Dori, Frank oltre che suonare il basso sostituiva talvolta Wess. Un ricordo di questa esperienza è che quando Fabrizio De Andrè andava nelle serate di Dori all’ inizio della loro ammirevole storia d’ amore, chiamava Frank scherzosamente "Mandingo" per gli interventi con la sua voce roca in sostituzione della vera voce di Wess nelle incisioni discografiche.

E arriva il giorno che, quasi per caso o per destino, avviene l'incontro che un bel giorno gli cambia la vita musicale: conosce il cantautore Franco Califano. Frank oltre a suonare il basso e avergli formato il primo gruppo un trio, su invito del cantautore, musica alcuni testi. Dai primi capolavori Vivere e Volare e Tutto il resto è noia, agli indimenticabili Io non piango, Capodanno, Monica, La Pelle, Semplicemente e tanti, tanti altri ancora. La collaborazione con Califano dura per circa 20 anni. Oltre che collaborare con "Il Califfo" ha scritto per tanti altri Artisti di genere diversi tra loro.

Finita l’ esperienza con Califano, Frank ha deciso di rimanere nell’ ambiente musicale non più sul palcoscenico ma “dietro le quinte” questo anche grazie alla disponibilità del Manager e fondatore della NAR International di Milano Mario Limongelli che propone a Frank di occuparsi del settore Editoriale della sua società NAR International. Questa collaborazione dura ancora oggi.














Una fotografia storica che mi fa piacere condividere con voi:
la foto risale al 1976 prima di entrare in Studio di Registrazione a incidere l'LP "Tutto il resto è noia"
tra la fine di settembre e i primi di ottobre del 1976.

Da sinistra nella Foto:
Ermanno Previdi: Chitarra Elettrica (già componente dei Fili D’ Erba)
Frank Del Giudice : Basso e Cori
Franco Califano :"il MAESTRO"
Pancho Aranda : Pianista Tastierista e Arrangiatore dell’ Album
Douglas Gattini : Chitarra Acustica, Mandolino,


Questa foto e' stata gentilmente concessa dall'Autore.
La duplicazione e la diffusione di questa immagine e' vietata
essendo coperta da copyright.





Disclaimer

Le foto presenti su questo sito sono state tutte concesse dagli autori o prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al Webmaster alexdalex@alice.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.